Vitamine che aiutano con attenzione e concentrazione

Le vitamine hanno importanti ruoli biochimici nel cervello e sono necessari per una corretta funzione cognitiva. Alcune vitamine non solo aiutano a mantenere il funzionamento del cervello al suo culmine, ma anche proteggono dalle malattie cerebrali e dal declino funzionale. Quando fornisce il tuo cervello con le giuste vitamine, stai aumentando la tua capacità di concentrarsi e concentrarsi.

niacina

Il tuo cervello richiede la niacina, la vitamina B-3, per mantenere un’offerta costante di glucosio per soddisfare le sue esigenze energetiche. La grave carenza di niacina, che può verificarsi in casi di alcolismo cronico e in persone che hanno problemi di assorbimento di sostanze nutritive, possono causare sintomi neurologici quali la scarsa concentrazione, confusione e perdita di memoria. Gli alimenti ricchi di niacina includono cereali integrali, patate, pollame, pesce e carne. L’indennità dietetica raccomandata per le persone di 14 anni e più è 14 milligrammi al giorno per le donne e 16 milligrammi per gli uomini. Ad esempio, un servizio da 3 once di tonno giallo cotto contiene 18,8 milligrammi, mentre una servrosa di arachidi arrostiti a olio da 3,5 once fornisce 13,8 milligrammi di niacina.

Vitamina C

La vitamina C è vitale per una corretta funzione cognitiva. Si accumula nel sistema nervoso centrale, con i neuroni del cervello che hanno livelli particolarmente elevati. La vitamina C è necessaria per rendere il neurotrasmettitore norepinefrina, che colpisce la parte del tuo cervello dove l’attenzione e le azioni rispondenti sono controllate. Come potente antiossidante, la vitamina C protegge il tuo cervello dai radicali liberi, dalle molecole instabili che causano danni alle cellule. Cibi ricchi di vitamina C includono frutta – in particolare agrumi, broccoli, peperoni, spinaci, fragole, pomodori, cavolini di Bruxelles e patate. La RDA per gli adulti di 19 anni e più di età è 75 milligrammi al giorno per le donne e 90 milligrammi per gli uomini. Un arancio medio, per esempio, contiene 70 milligrammi di vitamina C e una tazza da 3/4 di servile di succo d’arancia contiene 93 milligrammi.

Vitamina B-6

La vitamina B-6 è necessaria per la produzione di diversi neurotrasmettitori, tra cui la dopamina, la norepinefrina, la serotonina e la GABA. La confusione, o la mancanza di concentrazione, può essere un sintomo di grave carenza di vitamina B-6. I neurotrasmettitori sono messaggeri chimici che trasportano segnali tra i neuroni – cellule specializzate che inviano e ricevono segnali elettrici all’interno del proprio corpo. Buone fonti alimentari di vitamina B-6 comprendono legumi, prodotti di soia, pesce, pollame, carne, patate, banane e angurie. Per gli uomini e le donne di età compresa tra 19 e 50 anni, l’RDA è di 1,3 milligrammi al giorno. La RDA per gli adulti di 51 anni e più è di 1,5 milligrammi per le donne e 1,7 milligrammi per gli uomini. Ad esempio, una tazza di ceci in scatola da 1 bicchiere contenerebbe 1,1 milligrammi di vitamina B-6.

Vitamina B-12

Ottenere la vitamina B-12 sufficiente è fondamentale per assicurare la funzione corretta del cervello. La carenza di vitamina B-12 colpisce 10-15 per cento degli adulti più di 60 anni, secondo l’istituto Linus Pauling. Quando manchi la vitamina B-12 sufficiente, la guaina mielinica dei nervi, che è come il rivestimento intorno ad un filo elettrico, viene disturbata, causando problemi di concentrazione, perdita di memoria, disorientamento e demenza. Le buone fonti alimentari di vitamina B-12 includono latte, formaggio, cereali fortificati, pesce, pollame, uova e carne. La RDA per gli uomini e le donne di 14 anni e più è 2,4 microgrammi al giorno. Un servizio da 3 once di tonno leggero in scatola in acqua, ad esempio, contiene 2,5 microgrammi di vitamina B-12.