Vitamina B12 e atleti

L’uso di integratori alimentari da parte degli atleti al fine di migliorare le prestazioni è comune. La promozione commerciale degli integratori alimentari rivendica vari risultati di miglioramento delle prestazioni. Tipicamente, gli integratori alimentari hanno 100 per cento al 500 per cento dell’assunzione giornaliera raccomandata. Mentre l’uso di integratori è raccomandato agli atleti con limitazioni di calorie negli sport di controllo del peso, vegani o coloro che consumano una dieta eccessiva nei carboidrati altamente elaborati, gli atleti più competitivi assumono un multivitaminico, anche se non soddisfano questi criteri.

In una relazione sull’utilizzo di integratori vitaminici e minerali tra 311 atleti universitari, più della metà ha riferito di utilizzare integratori alimentari. Questa relazione, pubblicata nel numero di dicembre del 1999 del “Journal of International Nutrition and Exercise Metabolism”, ha riscontrato che i maschi erano più probabili delle femmine a denunciare “troppo caro” come motivo per non assumere integratori. Il supplemento più comune era multivitaminici e minerali. Le femmine avevano più probabilità di prendere calcio e ferro e maschi le vitamine B-12 e A.

Gli atleti hanno utilizzato integratori vitaminici B-12 per diversi anni. È comune per gli atleti essere iniettati con grandi quantità di vitamina B12 – spesso 1 g di iniezioni – prima di concorsi per migliorare le prestazioni e la resistenza. Tuttavia, la ricerca pubblicata nel numero di luglio 2004 di “Nutrition” ha dimostrato che l’integrazione del B-12 non ha alcun effetto sulle prestazioni atletiche in assenza di deficit nutrizionali.

In un altro studio citato frequentemente, pubblicato nel numero di giugno 1992 del “International Journal of Nutrition Sports”, i ricercatori hanno esplorato l’impatto degli atleti con dosi fino a 10-50 volte l’assunzione giornaliera raccomandata di una vitamina B complessa e delle vitamine A e C per un massimo di otto mesi. Questa ricerca si basava sull’ipotesi che l’intenso esercizio e la formazione possano aumentare i requisiti di queste vitamine e stava cercando miglioramenti soprattutto nelle prestazioni aerobiche, ma nessuno è stato trovato.

Gli atleti vegetariani sono a rischio di sviluppare la carenza di vitamina B-12 perché le fonti alimentari naturali di vitamina B-12 sono limitate agli alimenti animali. Pertanto, gli atleti vegetariano potrebbero trarre giovamento dalla supplementazione della vitamina B-12. Inoltre, i cereali da colazione fortificati possono essere utilizzati come fonte dietetica di vitamina B-12 per vegetariani e vegani rigorosi. Prima di assumere integratori alimentari, consultare il medico.

Atleti e integratori alimentari

B-12 e atleti

Ricerca Multivitaminica

Atleti vegetariani