Vitamina b-complesso e gestione del dolore

Le vitamine della famiglia B-complex non sono solo essenziali per la crescita e lo sviluppo di molte funzioni corporee, ma possono fornire un efficace sollievo dal dolore. Quando vengono presi con la vitamina B, sono necessarie più piccole dosi di farmaci antiinfiammatori non steroidei, o NSAID, per la gestione del dolore. La vitamina B ha dimostrato di ridurre la durata di sintomi dolorosi associati a condizioni, tra cui danni al nervo, dolori alla schiena e crampi mestruali.

Vitamina B comprende otto vitamine distinte: B-1 – tiamina, B-2 – riboflavina, B-3 – niacina, B-5 ​​- acido pantatosenico, B-6 – piridossina, B-7 – Biotina; B-9 – acido folico; B-12 – cianocobalamina. Le vitamine del complesso B solubile in acqua contribuiscono al metabolismo, promuovono la pelle e il tono muscolare, aiutano il sistema immunitario e nervoso e sono essenziali per la crescita cellulare e la divisione.

Il dolore cronico può verificarsi da fibre nervose danneggiate o ferite, che trasmettono segnali errati ai centri di dolore nel corpo. Le vitamine B possono trattare clinicamente varie condizioni dolorose a lungo termine cronicamente, inibendo un percorso di segnalazione chiave all’interno delle cellule nervose. Gli studi del Parker College Institute di ricerca di Dallas, Texas, riportati nel numero di maggio del 2003 di “Psychology Today”, hanno dimostrato che una combinazione di vitamine B ha portato sollievo al dolore cronico della schiena da 30 a 60 minuti e dura 6-12 ore. Il ricercatore Xuejun Song, MD, PhD, stima che dosi da 200 a 500 milligrammi sono necessarie per ottenere i benefici di riduzione del dolore.

Neuropatia o danni al nervo possono causare sensazioni nervose anomale nelle braccia e nelle gambe. La vitamina B-complesso può essere efficace nel recupero dalla neuropatia. La ricerca presso l’Università delle Filippine ha valutato gli effetti della vitamina B per il trattamento dei danni ai nervi, utilizzando vari studi, dati di riferimento e prove che confrontano la vitamina B con placebo e altri trattamenti. Sebbene un piccolo vantaggio derivasse da un derivato di vitamina B-1, la tiamina, le dosi più elevate di complessi di vitamina B hanno dimostrato la significativa riduzione a breve termine del dolore e il miglioramento delle intorpidimento e del dolore, con solo pochi effetti negativi minori riportati Pubblicato nel 2008 nel “Database Cochrane di Systemic Reviews”.

L’Ospedale Nazionale delle Donne in Nuova Zelanda ha esaminato alternative alla medicina convenzionale e l’uso di assunzioni nutrizionali per alleviare dolori crampi mestruali. Gli studi hanno dimostrato che 100 milligrammi di vitamina B-1 presi giornalmente è stato un trattamento efficace per il dolore associato alla mestruazione, come pubblicato nel “Database Cochrane di revisioni sistemiche” nel 2001. Il numero di novembre-dicembre 2006 del “Journal of Midwifery and Women’s Health “Riferisce che la vitamina B-6 è anche efficace nel trattamento della sindrome premestruale.

L’elevata assunzione di vitamina B-6, di solito da integratori, può causare danni ai nervi alle braccia e alle gambe. Il valore giornaliero per la vitamina B-6 è di 2 milligrammi al giorno. L’Ufficio di Integratori Dietetici, Istituti Nazionali della Salute, riferisce neuropatia sensoriale a dosi inferiori a 500 milligrammi al giorno. Dose superiori di vitamine B possono causare diarrea, problemi al fegato e battito cardiaco irregolare. L’assunzione eccessiva a lungo termine può anche portare ad un attacco cardiaco, secondo il sito web di Human Performance Resource Center. Le carenze della vitamina B possono anche avere un effetto sul dolore da danni al nervo. I manuali di Merck riportano che la carenza di vitamina B-12 può causare neuropatia, in particolare nelle persone anziane, in quelli con demenza o vegetariani.

Identificazione delle vitamine B

Mal di schiena

Danno del nervo

Dolori mestruali

Tossicità e Deficienze