Totale sostituzione del ginocchio e effetto sulla forza muscolare

Il ginocchio è il più grande articolazione del corpo. È soggetto a usura come risultato dell’attività fisica, dell’obesità e di determinate condizioni autoimmuni come l’artrite reumatoide. Un chirurgo ortopedico può suggerire una sostituzione totale del ginocchio quando il dolore al ginocchio limita le capacità funzionali, come le scale di salita e l’alzarsi da una sedia. Dopo l’intervento chirurgico, i muscoli che circondano il ginocchio e l’anca diventano deboli e richiedono esercizi prescritti da un terapista fisico per migliorare le prestazioni funzionali e l’indipendenza.

Il giunto del ginocchio è costituito da tre ossa, il femore e la tibia, rispettivamente le ossa della gamba superiore e inferiore, e la patella o il ginocchio. Una sostituzione totale del ginocchio è un intervento chirurgico per rimuovere le parti danneggiate di queste tre ossa e sostituirle con metallo e plastica. Una lunga incisione verticale è fatta al centro del ginocchio, che distrugge i muscoli del quadricipite.

I muscoli del quadricipite sono i muscoli della coscia sopra il ginocchio e servono come stabilizzatore primario del ginocchio. Questi muscoli sono deboli dopo una totale sostituzione del ginocchio a causa del trauma diretto dall’incisione chirurgica, ma anche perché il gonfiore nei segnali congiunti inibisce o blocca il muscolo come meccanismo protettivo. Se i muscoli del quadricipite non funzionano correttamente, diventa difficile sollevare la gamba in modo indipendente e camminare senza l’uso di un dispositivo assistito.

Uno studio pubblicato nel numero di febbraio 2011 della “terapia fisica” riporta che il miglioramento della forza muscolare dell’anca dopo una sostituzione totale del ginocchio è cruciale per ritornare all’indipendenza funzionale. In particolare, il rafforzamento degli abductor dell’anca, oi muscoli che portano la gamba al fianco, miglioreranno le prestazioni in scalata di scalata e trasferimento da una posizione seduta a una posizione permanente. Questi muscoli stabilizzano anche l’anca in piedi e svolgono un ruolo importante nel ripristinare un normale pattern di andata.

Dopo una sostituzione totale del ginocchio, la terapia fisica è importante per migliorare la gamma del movimento del ginocchio e la forza muscolare dell’estremità inferiore. Una grande chirurgia ortopedica influirà globalmente sulla muscolatura circostante, ma la messa a fuoco della terapia dovrebbe essere sui quadricipiti e sui gruppi muscolari abductor dell’anca. La riduzione dell’infiammazione è un altro obiettivo nelle prime settimane dopo l’intervento chirurgico per diminuire il dolore e migliorare le prestazioni dei muscoli del quadricipite. Seguire un protocollo delineato da un medico o da un terapista fisico per esercizi su misura per i vostri deficit specifici.

Chirurgia di sostituzione del ginocchio

Debolezza Quadriceps

Debolezza muscolare dell’anca

Fisioterapia