Rischi di vitamina D2

La vitamina D2 è un tipo di integratore vitaminico D, chiamato anche ergocalciferolo. Il corpo ha bisogno di vitamina D principalmente per sostenere la salute delle ossa. Anche se la vitamina D è una sostanza nutritiva essenziale, alcune persone non dovrebbero assumere integratori vitaminici D2 e ​​l’ergocalciferolo può rappresentare rischi tossici e causare interazioni negative con alcuni farmaci. Prima di iniziare a prendere la vitamina D2 o qualsiasi altra forma di integratore di vitamina D, parli con il medico per discutere sia i possibili benefici che i possibili pericoli.

La vitamina D è sia una vitamina essenziale che un ormone che il tuo corpo usa per assorbire correttamente il calcio. È possibile ottenere la vitamina D dall’esposizione alla luce solare. La vitamina D2 è la forma della vitamina D più comunemente utilizzata nei supplementi e aggiunta al latte o agli alimenti fortificati. Questi supplementi sono usati per correggere le carenze e per prevenire e trattare l’osteoporosi. La vitamina D2 può anche aiutare a prevenire il cancro, il diabete e l’ipertensione, nonché nel trattamento del disturbo affettivo stagionale, della sindrome dell’ovaio policistico e della psoriasi. Inoltre, gli integratori di ergocalciferolo sono talvolta raccomandati per aiutare a trattare l’ipoparatiroidismo, i rachitismo ei bassi livelli di fosfato di sangue.

Uno dei principali rischi della vitamina D2 è la tossicità. La vitamina D2 può accumularsi nel tuo corpo causando sintomi di tossicità e livelli di calcio pericolosamente elevati nel sangue. Puoi persino morire da dosi di vitamina D2 che sono cinque volte più o superiori alla dose giornaliera raccomandata: i dosaggi massimi più sicuri della vitamina D2 sono 4.000 unità internazionali o “UI” in molti adulti e bambini di età superiore ai nove anni. Durante la gravidanza o durante l’allattamento, si dovrebbe limitare l’assunzione giornaliera di vitamina D a 400 UI o meno. Tossicità o sintomi di sovradosaggio associati alla vitamina D2 comprendono mal di testa, bocca secca, nausea e vomito, costipazione, sonnolenza, debolezza, dolori muscolari e ossee, cambiamenti cardiaci, confusione, svenimento e un gusto metallico in bocca.

La vitamina D2 può anche rappresentare pericoli per le persone che hanno determinate condizioni mediche, come quelle con sindrome da malassorbimento, ipervitaminosi e ipercalcemia. Se si dispone di iperparatiroidismo o sarcoidosi, è necessario comunicare con il proprio medico prima di prendere ergocacliferolo o qualsiasi altra forma di vitamina D.

Se prendi i bloccanti del canale del calcio, prendendo integratori di vitamina D2 potrebbero inibire gli effetti dei farmaci. Ergocalciferolo può anche interagire negativamente con i diuretici tiazidici, portando a livelli di calcio eccessivi nel sangue. L’olio minerale, a volte usato come lassativo, può interferire con l’assorbimento della vitamina D2. Interazioni avverse possono verificarsi anche con la presa di vitamina D2 mentre prendono steroidi come prednisone, sucralfato o carafato e digossina o digitalis.

Identificazione

Tossicità

pericoli

Interazioni farmacologiche