Qual è la rda per la vitamina e?

La vitamina E si riferisce ad un gruppo di composti antiossidanti solubili in grassi presenti in una varietà di alimenti e integratori alimentari. Gli antiossidanti proteggono le cellule dai danni dannosi dei radicali liberi che possono contribuire alla malattia cardiaca e allo sviluppo del cancro. L’assunzione giornaliera consigliata per la vitamina E varia a seconda dell’età.

Dose giornaliera raccomandata

L’Istituto di Medicina stabilisce una indennità dietetica raccomandata, o RDA, per importanti sostanze nutritive. L’RDA rappresenta l’assunzione giornaliera media di una sostanza nutritiva che soddisfa le esigenze del 97-98 per cento di persone sane. I valori di RDA per la vitamina E variano per età, ma non per sesso. I bambini dai 1 ai 3 anni dovrebbero avere 6 milligrammi o 9 unità internazionali di vitamina E al giorno, i bambini di età 4 a 8 devono ottenere 7 milligrammi o 10,4 unità internazionali al giorno ei bambini di età compresa tra 9 e 13 devono ottenere 11 milligrammi, oppure 16.4 unità internazionali al giorno. Adolescenti e adulti di età superiore ai 14 anni dovrebbero ottenere 15 milligrammi, o 22,4 unità internazionali, di vitamina E al giorno. Le donne allattamento al seno dovrebbero ottenere 19 milligrammi, o 28,4 unità internazionali, di vitamina E al giorno.

Fonti di cibo

È possibile ottenere la vitamina E mangendo su una varietà di noci, semi, verdure e frutta, tra cui semi di girasole, mandorle, nocciole, arachidi, spinaci, broccoli, mango e pomodori. Botti e oli di noci come olio di girasole, olio di cartamo e burro di arachidi forniscono anche la vitamina E, così come l’olio di germe di grano, l’olio di mais e l’olio di soia.

Significato

La vitamina E ha effetti antinfiammatori positivi e svolge un ruolo nella valorizzazione immunitaria e nella prevenzione dell’aggregazione piastrinica, secondo i National Institutes of Health Office of Supplements dietetici. Alcune prove hanno dimostrato che la vitamina E può aiutare a prevenire o ritardare la malattia coronarica, ma gli Istituti Nazionali di Salute suggeriscono che è necessaria una maggiore ricerca in questo settore. La vitamina E può aiutare a proteggere contro il cancro riducendo i danni del radicali liberi e aumentando la funzione immunitaria. Tuttavia, gli studi sono stati anche inconcludenti in questo settore.

Livello di aspirazione superiore tollerabile

Alte dosi di supplementi di vitamina E possono avere effetti negativi, tra cui un aumento del rischio di ictus emorragico. Di conseguenza, l’Istituto di Medicina ha stabilito livelli di assunzione superiori tollerabili o valori UL per la vitamina E. I bambini dai 1 ai 3 anni non dovrebbero consumare più di 200 milligrammi o 300 unità internazionali di vitamina E in un giorno, bambini di età 4 a 8 non dovrebbero consumare più di 300 milligrammi o 450 unità internazionali e i bambini di età compresa tra 9 e 13 non dovrebbero consumare più di 600 milligrammi o 900 unità internazionali al giorno. Gli adolescenti dai 14 ai 18 anni non dovrebbero consumare più di 800 milligrammi, o 1.200 unità internazionali di vitamina E al giorno e gli adulti di età superiore ai 19 anni non dovrebbero consumare più di 1.000 grammi o 1.500 unità internazionali al giorno.