Gli effetti collaterali della mancanza di calorie

Ci sono una serie di ragioni che la gente mangia troppo poche calorie, tra cui i disturbi alimentari, l’allenamento eccessivo atletico, la dieta crash e persino gli anziani con ridotta appetito. Oltre alla malnutrizione, l’assunzione calorica gravemente limitata può richiedere un pedaggio sulle normali funzioni corporee e provocare problemi di salute. Per rimanere in buona salute e staccare la malattia, non rimanere a dieta a basso contenuto calorico più di pochi giorni e consultare il proprio medico se non è in grado di consumare abbastanza calorie per alimentare i requisiti energetici del corpo.

Una caloria è un termine per il contenuto energetico del cibo, con la maggior parte delle persone che necessitano di 1.000 e 2.000 calorie ogni giorno per la respirazione, la funzione cardiaca, la funzione renale, il metabolismo delle cellule e l’attività muscolare. Le calorie che consumi cadono in uno dei due gruppi, quelli che dovete rimanere in vita e quelli necessari per l’attività fisica. Il primo gruppo costituisce il tasso metabolico basale, o BMR, e varia secondo il tuo genere, età, altezza e peso. Per determinare il BMR, moltiplica il peso corporeo ideale per 10, il che significa che una donna che pesa 150 libbre. Avrebbe bisogno di 1.500 calorie al giorno. Aggiungere 200 a 400 calorie all’ora di esercizio, a seconda dell’intensità.

Mangiare troppo poche calorie nel tempo può portare a una rapida perdita di peso. Anche se questo può sembrare ideale per coloro che sono in sovrappeso, perdendo una grande quantità di peso in breve tempo può aumentare i livelli di colesterolo nella colecisti e diminuire la sua capacità di escrezione della bile. Ciò può portare alla formazione di calcoli biliari, depositi induriti di liquidi digestivi nella colecisti caratterizzata da dolori gravi, dalla pelle ingiallita e da febbre e brividi elevati.

Una grave restrizione calorica può causare una carenza di ferro e bassi livelli di proteine ​​che influenzano la capacità del sistema immunitario di combattere i raffreddori e l’influenza e le malattie più gravi. Un rapporto pubblicato nel 2000 in “Medicina e Scienza in Sport e Esercizio” ha rilevato che molti atleti consumano 25 per cento meno calorie di quanto dovrebbe, il che aumenta l’infiammazione e diminuisce i fattori immunitari antiinfiammatori. L’aumento del consumo di grassi calorici e dietetici per abbinare la spesa energetica inverte gli effetti negativi sulla funzione immunitaria.

Quando le donne mangiano troppo poche calorie, spesso conduce a periodi mestruali irregolari o addirittura provoca periodi di interruzione totale. Quando le mestruazioni si arrestano, il rischio di perdita di ossa si arrampica a causa della mancanza di estrogeni e di cattiva alimentazione, inclusi bassi livelli di calcio, aumentando il rischio di osteoporosi e ossa rotte. Le donne che mangiano troppo poche calorie durante la gravidanza possono aumentare le probabilità che i loro bambini sperimenteranno di ritardare la crescita e lo sviluppo, avere organi danneggiati e essere inclini all’obesità nella vita successiva.

Anche se può sembrare controverso, mangiare poche calorie può rendere il vostro corpo penso che sia in modalità di fame e in realtà perdere il metabolismo-aumentando il muscolo e mantenersi in grasso integrato, sabotando i vostri sforzi di perdita di peso. Provoca il rallentamento del metabolismo e può rendere più difficile perdere peso in futuro.

Se il tuo corpo entra in modalità di fame da mangiare troppo poche calorie per un lungo periodo di tempo, può causare anormalmente bassa pressione sanguigna, problemi di ritmo cardiaco, perdita dei capelli, unghie fragili, problemi di concentrazione, perdita di coordinazione, diminuzione della forza muscolare, anemia E gonfiore articolare. Anche la tiroide può essere influenzata, e si può sentire fredda per tutto il tempo, con livelli di energia più bassi e una maggiore depressione.

Identificazione

Calcoli biliari

Immunità

Mestruazioni e gravidanza

Metabolismo e perdita di peso

Altri effetti