Cosa provoca un aborto mancato?

Il termine “aborto perduto” si riferisce ad un inevitabile aborto spontaneo in una donna che non ha ancora sperimentato alcun sanguinamento vaginale o crampi uterini. In un aborto mancato, la gravidanza non progredirà perché, anche se la donna conserva tessuto embrionale e / o placentare nell’utero, l’embrione non è mai stato formato né è morto per cause naturali. Piuttosto che aspettare un aborto spontaneo, il medico può raccomandare farmaci o interventi chirurgici per rimuovere il tessuto dall’utero.

Terminologia

Medico, “aborto” significa perdita dei prodotti di concezione da qualsiasi causa, naturale o indotta, prima di 20 settimane di gravidanza. In questa luce, il termine “aborto perduto” ha più senso. Il corpo della donna finirà per espellere il contenuto dell’utero, ma per ora il corpo ha perso i segni che l’embrione è morto o non ha mai esistito e si appoggia ai prodotti della concezione. La Clinica Mayo utilizza invece il termine “perdita di aborti spontanei” leggermente meno confusi.

Causa

La maggior parte dei casi di aborto perduto derivano da gravi anomalie genetiche che impediscono la formazione dell’embrione o impediscono il suo sviluppo presto in gravidanza. Nella maggior parte dei casi, dice la Mayo Clinic, l’anormalità genetica sorge nelle prime divisioni delle cellule e spesso la causa esatta non viene mai identificata. Non c’è niente che una donna possa fare per impedire un aborto mancato.

Ovum sbattuto

Quando un uovo fecondato sviluppa una placenta e membrane senza alcun embrione dentro di essa, i medici lo chiamano “un ovulo colpito”. Anche se non c’è embrione, la donna ha sintomi di gravidanza perché la placenta produce l’ormone della gravidanza hCG. L’ovulo oscurato di solito deriva da un’anomalia genetica e provoca circa la metà di tutti gli aborti durante le prime dodici settimane di gravidanza, secondo la Mayo Clinic. Può causare un aborto spontaneo o un aborto mancato.

Gravidanza molare

Le gravidanze molari raramente si verificano, la Mayo Clinic cita una frequenza di una in 1.000 gravidanze. In una gravidanza molare, o nella malattia trofoblastica gestazionale, le cellule placentali crescono di controllo per formare una massa cistica. Un embrione, se presente, non sopravviverà. Come una muffa ovata, una gravidanza molare può causare un aborto spontaneo o un aborto perduto.

Soluzione

Nei casi di aborto perduto, consentendo al tessuto di rimanere nell’utero fino a quando non viene espulso naturalmente, può essere necessaria tre o quattro settimane dopo la diagnosi, rischiando di emorragie o infezioni pesanti. Invece, un medico potrebbe prescrivere farmaci per portare ad un aborto spontaneo a casa o se il sanguinamento è una preoccupazione, il medico potrebbe raccomandare la dilatazione e curettage (D & C) per rimuovere il tessuto placentare in modo più controllato. In questa piccola chirurgia, il dottore dilata l’apertura dell’utero e le aspirazioni o delicatamente scrape il tessuto.

L’uso di routine dell’ecografia ha aumentato la diagnosi di aborto perduto, permettendo alle donne di proteggere la loro futura fertilità con un trattamento medico piuttosto che soffrire di più pericolosi aborti spettatori. Poiché la maggior parte delle anomalie genetiche che causano l’aborto sbagliato si sviluppano nel feto piuttosto che essere ereditati dai genitori, la maggior parte delle donne può continuare ad avere gravidanze di successo dopo un aborto mancante.

Futuro